AS.TRO: dati sugli apparecchi da gioco risultano incompleti

I quotidiani del Gruppo Gedi e Dataninja hanno presentato in questi giorni alla Camera dei Deputati un database che raccoglie tutti i dati sul gioco in Italia.

L’associazione As.Tro, riferendosi all’iniziativa, sottolinea che si tratta di dati parziali che si riferiscono solo alle giocate e non alle vincite, pertanto “enunciare solo il dato del ‘giocato’ ovvero di quanto movimentato al gioco dall’utenza, omettendo il dato delle vincite (che gli apparecchi leciti retrocedono obbligatoriamente), diffonde una informazione incompleta che genera una percezione falsa”.

Inoltre, continua l’associazione in una nota, “Abbinare il termine ‘bruciati’ al dato del giocato e non a quello della perdita (si pensi al dato nazionale della raccolta lorda complessiva di 96 miliardi euro) induce a far pensare che – eliminato il gioco – gli italiani diventino improvvisamente ‘ricchi’, e che il Paese possa risparmiarsi 3 leggi di stabilità. Non è certamente questo un messaggio che ‘responsabilmente’ possa essere veicolato e auspicato di consolidamento in un Paese che annovera tante e tali difficoltà e criticità”.

Per chiarire questa precisazione Astro riporta come esempio la situazione del Comune di Milano illustrata nel database di Gruppo Gedi.

Nel 2016, nel Comune di Milano (che come l’applicazione ci ricorda, genera 602,8 milioni di euro di giocato alle AWP e 817,1 milioni di giocato alle VLT), il milione di abitanti maggiorenni (la precisazione ci permettiamo di farla noi scomputando dalla popolazione i minorenni, benché ampiamente compensati dagli adulti migranti che il censimento GEDI non annovera) hanno speso:

  • Alle AWP 602, 8 – (71,5% percentuale di pay out del 2016 = 431 milioni) = 171, 79 milioni di euro.
  • Alle VLT 817, 1 – ( 88% percentuale di pay out del 2016 = 719,04 milioni) = 98,05 milioni di euro. Il milione di maggiorenni ha quindi “speso” (e quindi bruciato, se vogliamo utilizzare la medesima terminologia del gruppo GEDI) la seguente cifra: alle AWP 47 centesimi al giorno pro-capite, alle VLT 26, 84 centesimi al giorno pro-capite.

25“, conclude l’associazione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *